Valbelluna, un territorio capace di sorprendere...

Il paesaggio rurale della Valbelluna può rappresentare sempre di più una meta per chi vuole trascorrere qualche giorno di vacanza tra parchi e riserve naturali, per chi vuole tenersi "attivo" in un territorio sano, da percorrere preferibilmente in bici, e non mancano le occasioni per praticare lo sci o semplicemente per pescare nei laghi.

Ci troviamo nel comune di Cesiomaggiore, sede del Museo della Bicicletta e del Museo Etnografico della Provincia di Belluno e punto informativo del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, un'area affascinante e selvaggia che riserva ancora sorprese ed emozioni. Il Parco Dolomiti Bellunesi è un mondo incantato di rocce e boschi, altopiani solari e oscuri canyon, acque impetuose e aride pietraie; 31 000 ettari di natura selvaggia a meno di 100km da Venezia con un'incredibile ricchezza floristica ed una fauna straordinaria. Include ambienti di media ed alta montagna compresi tra i 400 e gli oltre 2500m di altezza. I gruppi montuosi interessanti sono quelli delle Alpi Feltrine(Vette, Cimònega, Pizzocco, Brendòl), dei Monti del Sole-Feruch della Schiara-Talvéna, del Prampér e del Tàmer-San Sebastiano.

Proseguendo verso Feltre, situata alle pendici delle Vette Feltrine e del Monte Tomatico, la cittadina conserva un fascino rinascimentale unico. Cinta dalle antiche mura, la cittadella si fa custode di prestigiosi palazzi e straordinarie opere architettoniche. Feltre si inerpica sul colle dominato dal Castello detto di Alboino. Nella Piazza Maggiore all'interno della Palazzo della Regione, imponente edificio dal loggiato Palladiano, di trova il Teatro della Senna conosciuto anche come "piccola Fenice". Nelle vicinanze splendidi esempi di arte sacra, tra cui il Santuario affrescato dei Santi Vittore e Corona. Da Feltre possibili itinerari verso Pedavena con la rinomata Birreria, il Monte Avena dove nel luglio 2017 si terranno i Campionati Modiali di parapendio e il Monte Grappa.